Tag

, , , ,

 

alcuni hanno stanze polverose

piene di ricordi dimenticati,

di ammuffiti per sempre,

di accumuli di silenzi e buio;

stanze che non si schierano, vogliono essere tutto…

ma per educazione, dicono.

Alcuni dorano le loro stanze prima di esporle,

splendenti le indossano come un’armatura di formica lucente,

vagano dentro emozioni studiate alla ricerca dello stupore altrui,

stanze che migrano da un io all’altro e nessuno che le respinga;

stanze manipolatorie che come vampiri succhiano il valore che non hanno ovunque

stitiche di bontà generosità e altruismo, diarroiche di parole seduzioni e ipocrisie

senza contenimento, si muovono solo in stanze di potere e nessuno che alzi un muro;

stanze come spacciatori tossicodipendenti che vendono fumo per arricchirsi

di potere, di fama, danaro e nessuno che le incarceri.

Alcuni hanno stanze violente dove nutrono ambizioni, piegano la realtà a fini propri,

attente sospettose strateghe si muovono nell’ombra come politici corrotti

non hanno luogo e colonizzano come mafiosi cuculi impazziti estorcono

viziano e arredano gli occhi altrui con la loro follia mimetica

devastano animi per garantirsi d’esser sane

Stanze avanzi di malinconie, tessono luci e ombre che filtrano

parlano piano,

vedono l’invisibile, spalancano finestre, scavano altre stanze di echi di nuvole e di forse

il vento le culla come correnti di mare

lacrime le accompagnano, ferite le impreziosiscono, tenerezze le affascinano;

crepe d’amore le abitano,

archeologia di sogno, ignote note e soffitte narranti

altrove è uno sguardo lontano

tiziana Campodoni

 

“Le persone perbene le riconosci subito : sono sfinite” Serafino #Bandini . Grazie

 

 

 

 

 

 

Annunci