Tag

,

©Rory Hamovit #photography

 

Sovraesposte in un deserto infecondo
non potranno essere pioggia e tepore che trasformano,
ramificano in orizzontale come piante infestanti
avide di posto, fameliche di spazio, anoressiche di freschezza.
Le foreste dobbiamo salvare
purchè lontane, purchè ideali
Mortificano lo spazio del silenzio
e l’ossigeno dell’alba finchè non ci sarà più,
vestita di brandelli di sogno, la pericolosa alba.
Si guardano in uno specchio, si ribadiscono e non aspettano,
Le domande non servono quando tutto è incistato, fermo e già deciso.
Le risposte non servono quando non si ha orecchio per ascoltare, non interessano, sabbia e polvere non cambiano il dialogo interno.
Ma le grandi foreste sì
purchè lontane, purchè impersonali, purchè dopo ogni dopo,
purchè non qui e ora.
tiziana Campodoni
“Con chi ho il piacere di tacere?” cit. #DocktorEusebio (grazie)

Salva

Annunci