altro gioiellino di Tommaso Brescianini …

AntitesiAntiche

Eccoli là, i primi bagliori di fuoco, albe e fiamme. Sono istanti di confine lasciando una notte in cui eravamo ancora giovani, viaggiando. Invecchiando. E sempre perché il gerundio conta.
Parlavo con una Fenice e non era né una notte per essere giovani né ancora un giorno nuovo per invecchiare. Era solo un istante. Una notte anche per chi non sarà mai.
Disse che rinascere è come l’arte dell’arrangiarsi, perché dalla seconda volta ognuno deve far da solo. Ecco perché noi uomini non sappiamo farlo, che a far da soli non abbiamo mai imparato. Come è vero che le donne solamente sanno cos’è un risveglio.
Disse che non ci resta che esserci e che ridere è la cosa più saggia che possiamo fare. Come quando ridiamo di noi.
Disse che le nuvole dei viaggiatori sono irripetibili e che vanno tutte a finire su di un’isola deserta in fondo ad i…

View original post 103 altre parole

Annunci